Competenze ICF

www.coachfederation.it

 

A. Fondamenti

1. Dimostra la pratica etica

Comprende e applica coerentemente l’etica e gli standard di coaching.

1.1 Dimostra integrità personale e onestà nelle interazioni con clienti, sponsor ed eventuali altre parti interessate
1.2 È sensibile all’identità, all’ambiente, alle esperienze, ai valori e alle credenze dei clienti
1.3 Utilizza un linguaggio appropriato e rispettoso per i clienti, gli sponsor e le parti interessate
1.4 Rispetta il Codice Etico ICF e sostiene i valori fondamentali
1.5 Mantiene la riservatezza con le informazioni dei clienti in base agli accordi con le parti interessate e le leggi pertinenti
1.6 Mantiene le distinzioni tra coaching, consulenza, psicoterapia e altre professioni di supporto
1.7 Indirizza i clienti ad altri professionisti del supporto, quando appropriato

2. Incarna una mentalità di coaching

Sviluppa e mantiene una mentalità aperta, curiosa, flessibile e centrata sul cliente.

2.1 Riconosce che i clienti sono responsabili delle proprie scelte
2.2 Si impegna nell’apprendimento e nello sviluppo come coach con continuità
2.3 Sviluppa una pratica riflessiva costante per migliorare il proprio coaching
2.4 Resta consapevole e aperto all’influenza del contesto e della cultura su sé stessi e sugli altri
2.5 Usa la consapevolezza di sé e l’intuizione di ognuno a beneficio dei clienti
2.6 Sviluppa e mantiene la capacità di regolare le proprie emozioni
2.7 Prepara mentalmente ed emotivamente le sessioni
2.8 Cerca aiuto da fonti esterne quando necessario

 

B. Co-creazione della relazione

3. Stabilisce e mantiene accordi

Collabora con il cliente e le parti interessate per creare accordi chiari sul tema, relazione, processo, piani e obiettivi di coaching. Stabilisce accordi sull’impegno sia per il percorso di coaching generale che per ogni sessione di coaching.

3.1 Spiega cos’è il coaching e cosa non è e descrive il processo al cliente e alle parti interessate
3.2 Raggiunge un accordo su ciò che è e non è appropriato nella relazione, ciò che è e non è offerto, e le responsabilità del cliente e delle parti interessate
3.3 Raggiunge un accordo sulle linee guida e sui parametri specifici della relazione di coaching come logistica, tariffe, programmazione, durata, risoluzione, riservatezza e inclusione di altri
3.4 Collabora con il cliente e le parti interessate per stabilire un piano e obiettivi di coaching generali
3.5 Collabora con il cliente per determinare la compatibilità tra il cliente e il coach
3.6 Collabora con il cliente per identificare o riconfermare ciò che desidera realizzare nella sessione
3.7 Collabora con il cliente per definire ciò a cui il cliente crede debba affrontare o risolvere per raggiungere ciò che vogliono realizzare nella sessione
3.8 Collabora con il cliente per definire o riconfermare le misure di successo per ciò che il cliente desidera realizzare nell’incarico di coaching o nella sessione individuale
3.9 Collabora con il cliente per gestire il tempo e il focus della sessione
3.10 Continua il coaching nella direzione del risultato desiderato dal cliente, a meno che il cliente non indichi altrimenti
3.11 Collabora con il cliente per terminare la relazione di coaching in modo da onorare l’esperienza

4. Coltiva fiducia e sicurezza

Collabora con il cliente per creare un ambiente sicuro e di supporto che consenta al cliente di condividere liberamente. Mantiene un rapporto di reciproco rispetto e fiducia.>

4.1 Cerca di comprendere il cliente nel suo contesto, che può includere la sua identità, il suo ambiente, esperienze, valori e credenze
4.2 Dimostra il rispetto per l’identità, le percezioni, lo stile e il linguaggio del cliente e adatta il proprio coaching al cliente
4.3 Riconosce e rispetta i talenti, le intuizioni e il lavoro unici del cliente nel processo di coaching
4.4 Mostra supporto, empatia e preoccupazione per il cliente
4.5 Riconosce e supporta l’espressione del cliente di sentimenti, percezioni, preoccupazioni, credenze e suggerimenti
4.6 Dimostra apertura e trasparenza anche mostrando vulnerabilità così da costruire fiducia con il cliente

5. Mantiene la presenza

È pienamente consapevole e presente con il cliente, impiegando uno stile aperto, flessibile, radicato e fiducioso)

5.1 Resta concentrato, attento, empatico e attento al cliente
5.2 Dimostra la curiosità durante il processo di coaching
5.3 Gestisce le proprie emozioni per rimanere presente con il cliente
5.4 Dimostra la fiducia nel lavorare con forti emozioni del cliente durante il processo di coaching
5.5 È comodo nel lavorare in uno spazio di non conoscenza
5.6 Crea o consente spazio per silenzio, pausa o riflessione

 

C. Comunicare efficacemente

6. Ascolta attivamente

Si concentra su ciò che il cliente dice o non sta dicendo al fine di comprendere appieno ciò che il cliente sta comunicando sulla situazione e sul suo modo di interpretarla, ma anche per supportare la piena espressione del cliente.

6.1 Considera il contesto, l’identità, l’ambiente, le esperienze, i valori e le credenze del cliente per migliorare la comprensione di ciò che il cliente sta comunicando
6.2 Rimanda o sintetizza ciò che il cliente ha comunicato per garantire chiarezza e comprensione
6.3 Riconosce e richiede informazioni in merito a ciò che il cliente sta comunicando
6.4 Avvisa, riconosce ed esplora le emozioni del cliente, i cambiamenti di energia, i segnali non verbali o altri comportamenti
6.5 Integra le parole del cliente, il tono della voce e il linguaggio del corpo per determinare il significato completo di ciò che viene comunicato
6.6 Nota le tendenze nei comportamenti e nelle emozioni del cliente attraverso le sessioni per discernere temi e pattern

7. Evoca consapevolezza

Facilita la comprensione e l’apprendimento del cliente utilizzando strumenti e tecniche come domande potenti, silenzio, metafora o analogia.

7.1 Considera l’esperienza del cliente nel decidere quale potrebbe essere più utile
7.2 Sfida il cliente con una modalità utile per evocare consapevolezza o intuizione
7.3 Pone domande sul cliente, come il suo modo di pensare, i valori, i bisogni, i desideri e le credenze
7.4 Pone domande che aiutino il cliente a esplorare oltre il pensiero attuale
7.5 Invita il cliente a condividere di più sulla propria esperienza in quel momento
7.6 Nota cosa sta funzionando per migliorare i progressi del cliente
7.7 Adegua l’approccio del coaching in risposta alle esigenze del cliente
7.8 Aiuta il cliente a identificare i fattori che influenzano gli schemi attuali e futuri di comportamento, pensiero o emozione
7.9 Invita il cliente a generare idee su come può andare avanti e su cosa desidera o in grado di fare
7.10 Supporta il cliente nel rimodellare le prospettive
7.11 Condivide osservazioni, intuizioni e sentimenti, senza attaccamento, che hanno il potenziale per creare nuovo apprendimento per il cliente

D. Coltivare l’apprendimento e la crescita

8. Facilita la crescita del cliente

Collabora con il cliente per trasformare l’apprendimento e la comprensione in azioni. Promuove l’autonomia del cliente nel processo di coaching.

8.1 Lavora con il cliente per integrare nuova consapevolezza, intuizione o apprendimento nella sua visione del mondo e comportamenti
8.2 Collaborare con il cliente per progettare obiettivi, azioni e misure di responsabilità che integrino e espandano nuovi apprendimenti
8.3 Riconosce e supporta l’autonomia del cliente nella progettazione di obiettivi, azioni e metodi di responsabilità
8.4 Supporta il cliente nell’identificazione i risultati o apprendimenti potenziali collegati alle azioni da mettere in atto
8.5 Invita il cliente a considerare come andare avanti nel piano d’azione, comprese risorse, supporto e potenziali barriere
8.6 Collabora con il cliente per sintetizzare l’apprendimento e la comprensione all’interno o tra le sessioni
8.7 Celebra i progressi e i successi del cliente
8.8 Collabora con il cliente per chiudere la sessione

Percorsi
e standard icf
Vai al
Codice
Etico